RESISYSTEM 310 TX

RESISYSTEM 310 TX

FORMULATO EPOSSIDICO FLUIDO PER INIEZIONI STRUTTURALI

Sistema epossidico esente da solventi a bassa viscosità.
Indicato per iniezioni strutturali di crepe e lesioni di murature e calcestruzzo, mattoni, pietra, tufo, marmo ecc. e per l’inghisaggio e fissaggio di connettori verticali.
Rispetto alla versione 310 ha un comportamento leggermente tixotropico che lo rende adatto alle iniezioni in fessure da 1 a 2 mm di larghezza.

RESISYSTEM 310 garantisce un incollaggio efficace perchè possiede un'ottima adesione a tutti i materiali da costruzione (cls, acciaio, laterizio, ecc..) sia in condizioni di asciutto che di umido. La sua bassa viscosità consente di intasare anche le fessure piu strette all'intemo di una muratura garantendo una superficie di adesione elevata e la reazione fra i due componenti, resina ed indurente, avviene per poliaddizione ovvero senza la formazione di prodotti secondari determinando un indurimento senza ritiro.

  • elevate proprietà meccaniche (resistenza a trazione ed a compressione) e basso modulo elastico;
  • completa irreversibilità della reazione di indurimento e quindi stabilità e resistenza all'invecchiamento del prodotto indurito;
  • elevata resistenza chimica nei confronti di soluzioni acide e basiche e di inquinanti gassosi;
  • esecuzione pratica e sicura con sistema pompante operante fino ad una pressione consigliata da 1 a 4 atm;
CARATTERISTICHE U.M
Resistenza a compressione (ISO 604)> 90N/mm2
Resistenza a trazione (UNI EN 527 - 1/2)52N/mm2
Allungamento a rottura (UNI EN 527 - 1/2)1,3%
Resistenza a flessotrazione (ISO 178)70N/mm2
Modulo di elasticitĂ  a trazione3900N/mm2
Adesione su cls asciutto (ISO 4624)> 4,5N/mm2
Adesione su cls umido (ISO 4624)> 2, 5N/mm2
Adesione su acciaio3N/mm2
Peso specifico 1,10kg/dm3
Rapporto di miscela A + B100 + 25

Valori ottenuti dopo 7 giorni di indurimento a 25°C.
Viscosità in funzione della temperatura.

TEMPERATURARESISYSTEM 310 TX
10 °C500 - 900 cP
20 °C400 - 600 cP
30 °C200 - 400 cP

Preparazione del supporto

Saldatura di fessure: aprire bene la fessura o il punto di iniezione asportando le parti friabili ed aspirare accuratamente le polveri o soffiare con aria compressa. Nei punti più aperti, praticare dei fori Ø 10 mm profondi 5 cm ad una distanza di 20 - 30 cm uno dall'altro per favorire l'ingresso della resina; a cavallo dei fori fissare i nipples (valvole per iniezione munite di dispositivo di non ritorno) con l'apposito stucco adesivo RESICOL 100.

Con lo stesso stucco, sigillare la fessura ed attendere fino a presa completa, da 6 a 12 ore a seconda della temperatura. Inserire nei nipples un pioletto di sfiato che permette all'aria di fuoriuscire durante l'iniezione del prodotto.

Preparazione del prodotto

Versare il componente B nel componente A secondo il rapporto in peso indicato nelle confezioni. Miscelare per 3 - 5 min a bassa velocità con trapano dotato di elica/spirale in modo da incorporare meno aria possibile; durante questa operazione, miscelare accuratamente il prodotto anche sul fondo e sulle pareti dei contenitore.

Applicazione

Riparazione di fessure
Iniettare il prodotto attraverso i nipples mediante una apposita pistola, a pressione variabile non superiore a 4 atm (la valvola di non ritorno funziona tra 1 e 4 atm); l'iniezione va fatta iniziando dal nipple piu basso in modo che l'aria possa uscire da quelli corrispondenti ai fori che si trovano più in alto. Utilizzare pompe per sistemi bicomponenti a pressione variabile e controllata, munite di miscelatore statico o dinamico; in alternativa, pompe a membrana, a lobi a dosaggio variabile od autoclavi.
Quando la resina appare nel nipple superiore, staccare il tubo di iniezione e raccordarlo allo stesso modo ai nipple successivo: continuare fino a completo intasamento della fessura. Dopo qualche minuto ripetere l'operazione per reintegrare il materiale che è stato assorbito dal supporto.
Al termine dell'indurimento, che si completa in 12 - 15 ore, togliere i nipple e lo stucco in superficie con uno scalpello e livellare con un disco abrasivo.
La RESlMlX ha studiato e fabbricato un'apposita attrezzatura pompante da cantiere, denominata MINI-INJECTOMIX, con una portata fino a 1,5 l/min ad una pressione d'iniezione massima di 80 atm: questa pressione permette di iniettare il prodotto con il gruppo pompante distante dai punti di iniezione (ponti, gallerie, strutture con altezza elevata). L'aspirazione, il
pompaggio, il dosaggio, la miscelazione, l'iniezione e il lavaggio dei circuiti a lavoro ultimato, sono completamente automatizzati e avvengono in modo continuo a pressione costante.

lnghisaggio di connettori
Eseguire dei fori con trapano a rotazione od a roto-percussione, aspirare accuratamente le polveri o soffiare aria compressa. Colare RESISYSTEM 310 nel foro per circa metà del suo volume; inserire il connettore facendolo ruotare all'interno del foro in modo che eventuali bolle d'aria vengano espulse, quindi inserirlo fino in fondo al foro e non muoverlo durante la fase
di indurimento. Nel fissaggio di connettori, il diametro del foro deve essere di almeno 4 mm maggiore rispetto al diametro del connettore in modo da lasciare una corona circolare di spessore 2 mm. La profondità del foro deve essere indicativamente pari a dieci volte il diametro del connettore.

NOTE

Esaminare attentamente la fessura o la crepa prima d'iniziare un lavoro d'iniezione: RESISYSTEM 370 è indicato soprattutto per le lesioni passanti in materiali edili compatti (es. cls), quando è possibile conoscerne profondità e lunghezza per calcolare il volume e quindi la quantità di materiale necessaria per il suo completo intasamento. Per l'impiego nelle lesioni cieche e con materiali non omogenei (es. murature in sasso o miste) è consigliabile l'impiego della versione 310 TX. Nel caso di uso parziale delle confezioni, i componenti vanno pesati rispettando il rapporto A+B indicato sull'etichetta e non dosati in volume.

Versando il componente B nel componente A inizia la reazione di indurimento: dopo la miscelazione il tempo a disposizione è limitato e dipendente dalla temperatura.

TEMPERATURARESISYSTEM 310RESISYSTEM 310 TX
10° C400 - 800 cp500 - 900 cP
15° C250 - 500 cp400 - 600 cP
20° C100 - 250 cp200 - 400 cP

Indurimento completo dopo 7 giorni.

Per determinare il fabbisogno di RESISYSTEM 310 si deve stimare il volume della fessura da riempire: 1 kg di prodotto riempie circa 1 dm³.
Disponibile in confezioni (componente A + B) da 1 kg - 5 kg - 10 kg - 25 kg.
Le confezioni vanno mantenute in posizione verticale e chiuse: il prodotto rimane inalterato per 18 mesi se viene tenuto in ambiente chiuso e riparato con temperatura compresa fra 10 e 30°C.

RESISYSTEM 310 è impiegato per eseguire iniezioni di consolidamento strutturale in fessure cieche o passanti di larghezza non superiore a 1 mm (da 1 a 2 mm per la versione lX) su murature costituite da materiali compatti come cis, mattoni, pietra, tufo, legno ed in generale per:

  • fissaggio di connettori in acciaio e vetroresina nel calcestruzzo e nel legno per la cucitura a pettine delle lesioni strutturali;
  • incollaggio di elementi in acciaio-cls-Iegno (solai collaboranti), davanzali, gradini, massetti cementizi scollati, connettori per solette collaboranti con travi in legno;
  • inghisaggio e fissaggio di barre, trefoli e connettori su cls, mattoni pieni, pietra, marmo, legno;
  • consolidamento di strutture storiche, cupole, archi, colonne, travi, ecc;
  • impregnazione sotto pressione ad azione consolidante ed impermeabilizzazione ad ombrello di ponti in pietra o mattoni;
  • iniezioni a pressione in cavi di trazione o precompressione e tirafondi.